L’ARGENTIERA

Cos’è l’Argentiera? È una spiaggia incantevole, una scogliera selvaggia, una miniera abbandonata.
Se vuoi vivere un’esperienza unica devi andarci, ad appena 40 chilometri da Sassari ti ritroverai a fare un tuffo nel passato, fatto di duro lavoro dei minatori nell’estrazione di piombo argento e zinco, e della loro vita in un borgo isolato e distante dove la natura la fa da padrona.

Il Parco dell’Argentiera

Il nome Argentiera deriva ovviamente dalla quantità di prezioso metallo presente nello scisto, la roccia che costituisce la scogliera e che, con le sue lastre taglianti dai riflessi metallici che si tuffano nel mare aperto e limpidissimo, costituisce uno scenario di particolare suggestione.

Fra le rocce scure una piccola spiaggia consente di fare il bagno nel mare aperto della costa ovest della Sardegna.

In questo incantevole luogo è sorta la miniera dell’Argentiera che per secoli ha sfruttato il giacimenti di metalli ed ha dismesso l’attività estrattiva nel 1963. Ancora oggi è però possibile passeggiare fra i ruderi di legno della vecchia laveria e fra le case dei minatori e delle loro famiglie.

Il sito, che rappresenta un chiaro esempio di archeologia industriale, fa parte del Parco geominerario storico ed ambientale della Sardegna inserito nell’Area 4 insieme alla Nurra e la Gallura.

Il Parco dell’Argentiera, attualmente in stato di semi abbandono, riveste importanza comunitaria ed è stato finanziato un progetto di recupero e di valorizzazione parzialmente realizzato.


È già stata sottoposta a restauro la piazzetta principale del borgo, nella quale nel mese di luglio si è svolto per alcuni anni l’interessante festival letterario “Sulla terra leggeri”, organizzato dallo scrittore Flavio Soriga e dalla conduttrice Geppi Cucciari ed unico nel panorama regionale, per la capacità di riunire in un’unica manifestazione i più grandi nomi dell’arte, dello spettacolo, della narrazione e della comunicazione italiani ed europei.

L’Argentiera è stata anche utilizzata in passato come set cinematografico hollywoodiano per il film “La scogliera dei desideri” con Elizabeth Taylor e Richard Burton e successivamente per il film di Marco Ferreri “Chiedo asilo” con Roberto Benigni.

Il sentiero naturalistico Argentiera

Poco distante dall’Argentiera è la bellissima spiaggia di Porto Palmas, protetta dai venti di Libeccio e Levante ma aperta al Maestrale. Da qui, lasciando l’auto si può percorrere a piedi un agevole sentiero che conduce lungo la costa.

In mezz’ora di passeggiata, consigliata nei periodi primaverili ed autunnali, si può vivere un’esperienza di full immersion nei colori e sopratutto nei profumi della Sardegna più incontaminata e selvaggia.

 

A termine del sentiero si arriva all’imponente vista dall’alto della spiaggia di Ebi Dozzi nota anche come “La frana” una piccola mezza luna circondata di rocce.


La mancanza di un sentiero tracciato e sicuro rende l’accesso alla spiaggia difficilmente praticabile, ma il panorama che si gode dall’alto compensa la mancanza dell’accesso.

Se vuoi scoprire Sassari, il suo centro ricco di fascino, le sue aree verdi, le sue tradizioni, lo splendido mare a pochi minuti d’auto e la sua gastronomia, sceglila per la tua prossima vacanza!
Dove alloggiare? Il 14b&b è pronto ad accoglierti, contattaci subito.